08 March 2014

Risorse preziose, la lista

Ehm
Buongiorno
...
Permesso
C'è nessuno?
...
No, si, lo so, ma non sono sicura, certissima, ma forse si.
...
No è che sono stata un attimo in un pozzo nero e profondo.
L'ultimo post in bozza, luuuuuungo come al solito e bigio pesto, non mi somiglia più tanto.
E allora c'ho il famigerato, ricorrente, blocco.
Mi sento imbalsamata
...
Come si fa?
Mi ci vuole un po' di riscaldamento, un po' di finta noncuranza, una lista, quelle funzionano bene di solito a rompere il blocco e tornare nella mischia.
Far finta di far finta di niente, ma con più convinzione
Molto lineare, no?
Eccome

Un promemoria magari.
Una lista promemoria per il prossimo pozzo in cui cado?

No perchè son caduta in un pozzo parecchio profondo e buio. Non serviva ripetermi che nonostante lo spirito fosse provato da certe cose che mi son trovata ad affrontare, il corpo non stava per nulla rendendo la cosa semplice. Un crollo. Quei crolli che ti costringono a ricordarti che sei un tuttuno, mente e corpo, carne e spirito, anima e cellule. No perchè io me lo dimentico. PUnisco il mio corpo, lo metto in attesa pretendendo soltanto da lui  e mi dimentico che è lui ad essere l'interfaccia, il confine col mondo. Un ruolo per nulla semplice che va coccolato, preservato, protetto, stimolato, amato.
Io me lo dimentico.

Però sono stata brava. Ho cominciato a scalare con convinzione le pareti e sono uscita di lì a guardare il cielo. Poi mi sono seduta sul bordo del pozzo a guardare giù con un sorrisino ancora stanco di sollievo, misto paura di venire risucchiata di nuovo. Ora mi tocca iniziare a camminare per andare da qualche parte di sensato per una buona volta. Come è andata?


Una visita dalla dottoressa che preferisco e la concessione di tre giorni a casa in malattia per ritemprare il fisico a terra come una ruota bucata e riordinare le idee.



Parola magica: Risorse. Cosa posso fare per stare bene o almeno meglio? Che io sono pigra e smemorata. Se ci penso lo so. Il chercheur già rideva, prima ancora che io gli dicessi:
- Ora mi faccio una lista e me l'appendo sul frigo.
- Ah brava fai un file excel con tutti i colori.
- Precisamente. Evidentemente sono distratta e mi dimentico, ho bisogno di un memo sotto gli occhi.
- Invece fanne una subito, senza stare lì a pensarci.
- No, no, io oggi che resto a casa malata, io mi faccio la lista


E allora, blogger imbalsamata come mi trovo, ecco qua la lista a pallini di tutte le cose che ho fatto (tutto negli ultimi 15 giorni! sono stata brava, me lo dico da sola) per uscire. La lista delle cose che potrei/dovrei/vorrei fare è più lunga, ed è un'ottima cosa, c'è ancora un sacco di margine. Ma intanto se casco di nuovo in questo o un altro pozzo, qualcuno mi costringa a fare una o più di queste cose, anche contro la mia volontà...


Quindi ecco come ho ho flirtato con l'energia mancante per tirare fuori ogni Risorsa possibile:
  • Ho cercato e trovato una signora che venga a fare le pulizie il venerdì per iniziare il week end con dell'ordine intorno. Trovata su Leboncoin, vive a Sans âme a 200m da casa mia e pare un portento, ho il sospetto che mi sia stata mandata dal cielo e che il cielo non voglia che io me ne vada da Sans âme
  • Il solletico. Mi sono accorta che avevo smesso e invece ho ripreso la routine di solletico al Pistacchio due-tre volte al giorno.
  • I massaggi con l'olio di calendula, sempre al suddetto piccolo individuo, perchè fare bene a lui è uguale a fare bene a me
  • Magnesio
  • Pasticchette di erbe per dormire (valeriana, passiflora, Crataegus, Ballotta nigra)
  • Pappa reale
  • Tisane rilassanti e tonificanti
  • Una visita dall'osteopata, ma un altro
  • Appena il fisico ha recuperato, camminate e pedalate
  • Supermild yoga: 4-6 saluti al sole ogni mattina (uno spettacolo che si è ripetuto miracolosamente ogni mattina per una settimana e che voglio raccontare)
  • Una pizza fuori a due famiglie, prendendo contatto con una persona del paesello ritrovata qui che ha una storia fortissima
  • Un taglio di capelli, ma quanto è importante la sensazione che viene dalla testa? Me lo dimentico...
  • Una passeggiata da sola in Centre Ville (dovrebbe essere prescritto dal medico)
  • Due maglioncini e due sciarpine colorate nuove
  • Un pranzo al sole con due quasi amiche
  • Una domenica mattina, tutti in piscina 
  • Uno o due playtime prima di cena con l'amichetta del nido di Pisti (una manna dal cielo)
  • Un bicchiere di vino a casa della di lei mamma (che se riesco a finire di scrivere il post a lei dedicato, si chiamerebbe l'Impresaria)
  • 15 minuti scarsi ma preziosi dalla mia estetista adorata e a  Sans âme
  • Qualche brevissima ma intensa email scritta con un po' di leggerezza, senza pensare
  • Tre biglietti d'aereo per una settimana a Lisbona, un matrimonio, tanti amici olandici (e due italiani). Il positivo di avere una marea di amici di innumerevoli vite passate che non sono a portata di abbraccio, che mancano da togliere il fiato, ma che ti fanno viaggiare. 
  • Tante telefonate di ricerca casa, oggi andiamo a visitarne una, dopo una lunga pausa
  • Musica da ballare, la playlist Inno all'energia è stata rispolverata
  • Un film molto dolce (About time), consigliato via uazzap da Spilunga, che poi mi chiede di tradurle il Mondo e io lo faccio ed è difficile, ma carino
  • Musica da cantare a squarciagola, Il Mondo incluso che è una canzone bellissima. E ce ne vorrebbe di più di musica, cantare fa bene allo spirito!

Tocca a voi!
Mi dite le piccole grandi cose che fanno stare bene voi? Che spingono l'interruttore del buonumore, che fate spesso o non fate mai, ma a pensarci bene quando le fate tutto è più luminoso?

Mi fate un piccolo regalo? Mi dite un film, un libro che metton oil buonumore, ma soprattutto una canzone cantabilissima e allegrissima che la cantate e vi rende felici?


 E' tutto per oggi, un caro saluto da Motivascional Squa, imbalsamata ma allegra e fischiettante di ritrovato buonumore


37 comments:

  1. Uhm, povera Squa, anche qui l'inverno lungo non aiuta ed i pozzi neri da dribblare aumentano. Forza forza! Il mio piccolo contributo: corsetta nel verde la mattina, anche breve, la natura: passeggiate in parchi, etc. I pic nic, i piedi nudi, la ciabatta mi mette tristezza. Film leggero e allegro "Pane e tulipani" ma ci metto anche vecchie commedie americane, tipo Katharine Hepburn, Cary Grant, etc. Ah, bellissimo ma non allegro, ce lo butto comunque, "Il buio oltre la siepe"., sia film che libro perche' e' insipiring.Libri boh, non mi viene in mente, ultimamente ho un po' riso leggendo un racconto di Fitzgerald, "The back of the Camel", divertenti ma sull'ironico-amaro i racconti di Doris Parker. Musica: alcune di Zaz, e "Estambul" di Oscar Aleman. Lo swing in generale " It don't mean a thing" etc. (roba vecchi vecchia, lo so). Un bacio a te e al pistacchio. Qui la Squatter fa la guerra di indipendenza: ultimamente va a scuola meta' in pigiama e meta' no. Ma ho deciso di scegliere le mie battaglie. Baci baci

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Fede!!
      Ogni tanto rispunti, che bello!
      corsetta ce l'ho! ci sono riuscita ieri!!
      picnic pure! giusto domenica! Per i piedi nudi fa ancora un po' freddino, 'caccia miseriaccia
      Film e musica segnati, grazie infinite!
      e bacini alla Squatter!

      Delete
  2. Mi stupisce come tante volte i nostri pozzi profondi siano in simultanea, anche io faccio liste e liste (solo mentali) delle cose che mi fanno bene e che mi potrebbero fare uscire dalle sabbie mobili. Perche' io mi sento piu' cosi, non in un pozzo ma impantanata e insensible. Una breve selezione, anche se la maggior parte delle cose sono le stesse tue:
    - cantare a squarciagola
    - passeggiare nei parchi sempre con la musica a palla
    - dipingere
    - guardare la Littizzetto o Crozza o qualunque comico
    - cucinare
    - prendermi cura di me
    - comprare una maglietta nuova
    - fare un regalo a qualcuno che amo
    - comprare dei fiori da tenere in casa
    - skype o whatsapp con gli amici che piu' mi mancano
    - una chiaccherata con qualche amica di qui, leggera e piena di risate

    ReplyDelete
    Replies
    1. e chissa forse allora osno congiunzioni astrali cosmiche universali !!?
      Impantanata e insensibile, capisco! Dai usciamo dall'intorpidimento, io quei due-tre integratori te li consiglio, fanno niente magari, ma male neppure.
      Dipingere! Si! Ho un progetto in stand by da un sacco, dai ti ascolto e lo finisco!
      Ho guardato Checco Zalone su youtube l'altro giorno, dopo aver letto il tuo consiglio, lo trovo terribile e irresistibilmente divertente
      Cucinare no, da due anni q questa parte (era post pistacchium) 'gnafo, ma ci provo. (Al cmpleanno di PIsti ho dato il meglio di me però)
      Ormai sono a tot cose nuove, mi devo fermare su quel fronte.

      Delete
  3. Piccole cose che mi mettono di buon umore:
    - cantare a squarciagola quando sono in auto da solo sulle note della radio. Consiglio "il più grande spettacolo dopo il big bang" di Jovanotti
    - preparare la tavola della colazione la sera prima per trovarsela come regalo la mattina presto quando si va a lavore,
    - ricevere una mail inaspettata.
    - ...

    ReplyDelete
    Replies
    1. cantare a squarciagola è proprio in vedo!!
      da ggiovine andavamo a cantare in coro in un box, io sono una campana, ma era bellissimo!!
      Ascoltata con Pisti e ci è piaciuta!!
      La tavola per la colazione lo farò! In effetti quando si è giù si fa fatica ad 'anticipare', si strascica talmente per terra che tutto pare un fardello immane e si fanno le cose all'ultimo momento e si arranca. Quando si ha voglia di coccolarsi significa che si sta già meglio, ma hai ragione ricordarsi la 'coccola' fa girare l'energia, lo terrò a mente :)
      Quell' ... l'ho capito ? ;)

      mannaggia mi piacerebbe avere tantissimo tempo e mandare piogge di email inaspettate, farebbe felicissima anche me!!

      Delete
    2. non c'era un doppio senso nell' ... lo colgo solo ora Era per dire che ci sarebbero tante altre cose.

      Delete
  4. La maga puliscicasa, il centre ville e il sole fanno miracoli. Uscire in una periferia anonima o in un centro storico cambia totalmente la vita!
    Comunque grazie dell'idea: qui a Parigi c'è un sole inverosimile, e anche se non faccio che lavorare (pure adesso, per dire) 4-6 saluti al sole, da domattina ce li dovrei far stare e con molto beneficio!
    Auguri di primavera :-)
    Quanto a me, la cosa che mi farebbe stare bene sarebbe un lavoro a tempo indeterminato in Francia e il tempo per finire le ricerche che sto facendo... ma è inutile anche solo sperarlo!

    ReplyDelete
    Replies
    1. speriamo che la maga mantenga gli standard!!

      è per questo che non vado troppo d'accordo con Sans âme, vorrei uscire di casa ed essere a Saint Roch tipo, o a rue du refuge che ritraggo nel mio istagram ogni volta che vado in centre ville... una meraviglia!

      I saluti al sole sono una vera manna, i 5 minuti più preziosi della giornata!! che poi ho scoperto che li faccioparecchio rivisitati e un po' lontano dai canonici... e la cosa me li fa amare ancora di più!! Poi raccontami come va se li fai!

      eh un lavoro 'vero' farebbe comodo anche a me

      Delete
    2. Sono un toccasana! Anche io temo di farli rivisitati perché non me li ricordavo più. Finché dura questo tempo meraviglioso qui al nord li faccio davanti alla finestra spalanacata. Stasera mi sa che guardo su internet se trovo una versione più autentica. C'è quella transizione fra la gamba in avanti e la fase che striscia per terra che mi sfugge!

      Delete
  5. Allora......musica a tutto volume in macchina stonando a squarciagola (d'estate finestrini aperti in autostrada) il sole caldo e splendente, Meraviglioso dei negramaro ma a tanti altri testi, il cioccolato o un dolce qls un bel bagno caldo e i coloroi.....libri e film ....ora non me ne vengono in mente....Stai su cara stai su,....

    ReplyDelete
    Replies
    1. il sole!!! Assolutamente!!
      Meraviglioso! L'ho riascoltata e fa bene! MI è tornata in mente Bebe, appena la pennichella del piccolo volge al termine ce la spariamo!!
      Un bagno caldo!!! siii!!
      GRazie! belle idee!
      quanti !
      :) !!!

      Delete
  6. Brava Squa, tante cose belle per tenerti ancorata e costante. Ti mando questa,
    https://www.youtube.com/watch?v=b08wcyaPjII
    Steady baby :-)
    (oh ma mi stavo giusto appassionando alla storia dell'osteopata gnocco e sibillino, e tu l'hai cambiato? dai raccontaci....)

    ReplyDelete
    Replies
    1. mannaggia non sono ancora riuscita ad collegarmi a youtube, quando sono al pc c'è sempre qualcuno che dorme! ma bene, cartucce da sparare :)

      CI tornerò dal bel tenebroso, se non altro perchè è convenzionato e rimborsato !! ma volevo una ventata di freschezzae novità!

      Delete
  7. Sara' na cazzata, sarà che sono nella campagna africana, ma mi viene da dirti che nei pozzi c'è acqua e quindi vita.. magari sarebbe buono imparare a calarci il secchio e non caderci dentro.. tra i vari appigli per risalire suggerisco la luce della luna e 'chantez chantez' di amadou e mariam. Un abbraccio bella squa, meg

    ReplyDelete
    Replies
    1. Mi piace il tuo commento. Armiamoci di secchio! E che sia bello, decorato, integro e non di plastica - anche se poi pesa, ma dato che è metaforico, fa niente :- ).
      Ecco, sarebbe bello scolpirsi un secchio. I lavori manuali di tipo artistico e creativo fanno enormemente bene all'umore.

      Delete
    2. Ciao meg!!
      Ha ragione Pellegrina, molto poetica l'immagine! IL punto è che nel pozzo non si sta proprio benissimo, ma forse è tutta questione di 'accettazione' e mi viene in mente un magnifico post di Francesca (fu mumtrioska): http://www.mumtrioska.it/2013/12/blogstorming-il-mio-rapporto-con-soffry.html

      Che vuol dire che sei nella campagna africana!!?

      Delete
    3. Bello il secchio personalizzato e artistico!
      Sto vivendo in un paesello sperduto in Mali e la canzone di Amadou e Mariam fa spesso da colonna sonora delle trasferte verso paeselli ancora più sperduti. Le colleghe maliane che ballano e cantano con me sono in effetti un iniezione di allegria che fa un gran bene.

      Delete
    4. (Mi è caduto un apostrofo nel pozzo)

      Delete
  8. il film che più mi mette allegria è un cartone animato "le follie dell'imperatore". per un momento di allegria flash invece basta qualcosa dei Minion su youtube (sono molto bimba dentro, direi).
    Una cena a casa di amici o in casa con amici è per me il miglior toccasana ed è una cosa che - per fortuna - riesco a fare molto spesso.
    Una canzone di rock pesante sparata a mille in casa e io che mi dimeno come una matta non mi mette allegria, ma mi aiuta a buttar fuori le cattive energie e di solito poi sto meglio.

    ReplyDelete
    Replies
    1. "le follie dell'imperatore"
      lo cercherò!
      Grazie Vale!

      Delete
  9. Passo per un rapido saluto, mi fa piacere rileggerti e abbiamo molte risorse in comune ;-)

    ReplyDelete
  10. la mia lista di piccole risorse buonunorali in questo periodo?
    -trovarmi con mio figlio che mi si è addormentato in braccio, adesso, e fregarmene del fatto che sia ora di pranzo e una volta tanto mandare a quel paese le routine e la regolarità
    -il biglietto del treno per roma, che compreremo questa settimana, e le valigie che faremo tra un mese
    - la festa di compleanno del mio biondino, che stiamo preparando : un brunch in casa con amici e bambini, un castello e spade e scudi di cartone
    -ago e fili colorati e rotoli di panno, sotto le mani, tra le dita
    -il sole, l'aria tiepida, stare in terrazza, tornare fuori, camminare, muoversi, i giri in bici la domenica
    - un libro che mi aspetta in biblioteca
    - il sole...ah sì, l'ho già detto!

    un abbraccio, lungo da qui a lì!

    ReplyDelete
    Replies
    1. ti invidio molto il biglietto per Roma!
      ricambio l'abbraccio luuuuungo luuuuungo
      :)

      Delete
  11. Che belle le liste, io non so fare neppure quella della spesa ma sono consapevole di quanto possano fare bene per fermare pensieri e momenti.
    E mi fa piacere leggerti sollevata e soprattutto con uno sguardo all'esterno che rincuora.
    La mia piccola lista del buonumore degli ultimi giorni:
    - Scorrere i quaderni di mio figlio, pensare che è una persona incredibile e che sono tanto fortunata ad esserci
    - Ricevere un libro inaspettato e trovarci dentro una pace bellissima
    - Pranzare con la mia collega preferita nel nostro localino dove cucinano sano e buonissimo
    - Avere in programa alcuni appuntamenti importanti e accorgersi con piacere che manca proprio poco

    E ad accompagnare tutto una canzone catartica per me e il mio cucciolo: Jovanotti "Kebrillah" :-)

    ReplyDelete
    Replies
    1. anche questo Jovanotti mette proprio il buonumore. L'ho perso di vista e non conosco questi ultimi pezzi. DOmani pomeriggio per il mio mezzo mamadag avrò tanto da ascoltare :)

      Delete
  12. io alla mia lista ci devo pensare
    ma vorrei aggiungere una cosa per la tua:
    vederci, pensaci alla proposta che ti ho fatto :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. una proposta che non posso rifiutare apparentemente...
      devo vedere cosa dicono le congiunzioni astrali ma direi che nel piano di fare cose pazze, nuove e magari anche un po' kamikaze che sto seguendo... ci starebbe bene.
      un bacio amica!

      Delete
  13. metà della mia lista somiglia parecchio alla tua: yoga, camminate, corsa, vitamina B, D e magnesio, cure estetiche e osteopata, shopping, un buon rosso, sole. Ci aggiungerei l'ascolto di Elio e le Storie Tese, che mi tira sempre su di morale, oppure di Malaguena Salerosa che mi fa venir voglia di ballare come Liv Tyler in io ballo da sola (perché davanti ad altri non ce la faccio proprio). E poi un abbraccio. Gli abbracci salvano la vita :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. ci credo tantissimoa nche io negli abbracci,
      (autoreferenzialità mode on:
      http://squabus.blogspot.fr/2013/03/dellabbracciare-gli-sconosciuti.html )

      un abbraccio anche a te arya, ti leggo sempre, sono un po' silente, ma tornerò a parlare, promesso!

      Delete
  14. Non so cosa tu abbia avuto, ma capisco benissimo quello che hai provato... mi capita tutti gli anni, per via delle spalle... :(
    un abbraccio e un mega sorriso: ben tornata nel sole!

    ReplyDelete
    Replies
    1. :))
      non so bene neanche io cosa è successo, speriamo se ne stia sopito!!
      cos'hanno le tue spalle?

      Delete
  15. Sono finita in un piccolo grande pozzo qualche mese fa e quasi non me ne sono accorta. Quando ho dimenticato di essere una persona con una vita mia, oltre ad avere un figlio. Si chiama depressione post parto, mi dicono. Ho addobbato il mio pozzo a festa, l'ho tinteggiato e riempito di colore in modo da non vedere dove fossi finita, ma tutto il trambusto mi impediva di iniziare la risalita o di vederne l'uscita.
    C'erano tante cose che mi facevano stare bene:
    - una passeggiata in centro, anche sola;
    - un bel film al cinema;
    - una cena con mio marito;
    - ridere.
    Tutto dimenticato, assopito, nascosto.
    Se posso consigliarti una lettura assolutamente spensierata a simpatica, hai tutta la collana di "I love shopping". Io ero dubbiosa prima di leggerli, ma poi mi sono ritrovata a ridere da sola, con il libro in mano, come una matta.
    Non amo Ligabue, ma "Le donne lo sanno" è una canzone che mi da una gran carica... ;-)

    ReplyDelete
    Replies
    1. il bello di Ligabue è che è cantabilissimo, quello di cui ho bisgono al momento!!! Grazie che mi ci hai fatto pensare, non ascolto una sua canzone da secoli, lo farò appena possibile (non sono una da cuffie nelle orecchie e via andare, dove poi? se pedalo non posso ascoltare musica in cuffia, se guido men che meno, in laboratorio è pericoloso, alla scrivania dovrei fare altro.. ecco poi perchè mi dimentico di ascoltare musica, che peccato.

      il post parto può essere molto duro, io sono stata molto molto molto fortunata, una fortuna bellissima. Ma ho accusato e ancora accuso il dopo, l'ho chiamato toddler blues qualche post fa. Ma non è la ragione del mio pozzo, credo.

      Delete
  16. Arrivo solo oggi, Squa, perdono... Ma la lista e' una lista, no? Allora vorrei contribuire. Per le canzoni, io sono un po' coattainside, e credo che in certi momenti serva un po' di leggerezza. Di questi tempi c'e' Happy https://www.youtube.com/watch?v=y6Sxv-sUYtM e la canzone di bimba, Blurred Lines https://www.youtube.com/watch?v=yyDUC1LUXSU Un autore che mi fa tanto tanto ridere e' Alan Bennett, qualsiasi cosa, ma il libro che mi ha fatto piu' riderissimo nella vita e' stato Candido a Cuba, di Jorge Angel Perez http://www.rcslibri.it/rizzoli/popup/aprile04/1700101.htm

    Felice che vada un po' meglio. Bacio.

    ReplyDelete
    Replies
    1. dai che a volte ci sta il coatto!
      mo' ascolto, magari sveglia i miei uomini dal torpore che dormono da quasi 3 ore, li possino...

      Delete

Io lo so cosa stai pensando.
Lo scrivo, non lo scrivo, quasi quasi lo scrivo. Ma no dai...
E' lo stesso che penso anche io quasi ogni volta.
Ma tu prova, prova a lasciare una traccia.
Non sarà invano.

Prova pro-pro-prova